La nuova Orbea Orca OMR è l’ultima novità della casa spagnola in campo road.

Presentata nel mese di Luglio 2020 (trovate QUI il nostro articolo), si differenzia in modo piuttosto importante dalla “sorella maggiore” Orca OMX rinnovata nel 2019.
La versione OMR, infatti, è realizzata con un nuovo telaio monoscocca in carbonio ad alto modulo, ma dalle forme differenti.

Tutti i tubi, ed in particolare il piantone, sono più tondeggianti per migliorare il feeling di guida e ridurre il peso.
Una soluzione finalizzata ad aumentare il comfort, senza sacrificare la rigidità del telaio nella zona del movimento centrale.

Orbea Orca OMR
Sezione Orca OMX (a sinistra) vs sezione Orca OMR (a destra)

Prima di entrare nei dettagli del test vi anticipiamo che la Orbea Orca M20iTeam utilizzata per il test non è in versione standard, ma è stata personalizzata attraverso il programma MyO, che prevede oltre alla possibilità di customizzare i colori del telaio anche quella di modificare alcuni componenti.

La bici in test, ad esempio, è stata allestita su nostre specifiche, con guarnitura 53/39, cassetta 11/28 e ruote a medio profilo Vision 40 SC Disc Carbon TLR CL.

Qui sotto trovate il test completo, ma prima di continuare nella lettura vi consigliamo di dare un’occhiata al video qui sotto, in cui vi raccontiamo on the road le impressioni in sella a questa Orbea Orca M20iTeam.




1- DETTAGLI TECNICI TELAIO
– Geometria: 9
Le geometrie della Orbea Orca OMR sono molto vicine a quelle della Orca OMX a confermare il carattere racing del prodotto, con delle piccole variazioni relative a reach e stack.

Nella taglia 55 oggetto di test, il reach misura 388 millimetri (3 in meno della OMX) e lo stack 579 millimetri (8 in più della OMX).
Abbiamo così un telaio lievemente più raccolto e alto per rendere la Orca OMR prestazionale e ancora più fluida.
Gli angoli sono di 73° per lo sterzo e 73,5° per il piantone.

La Orbea Orca OMR è disponibile in 7 taglie che vanno dalla 47 alla 60.
Da segnalare la lunghezza del tubo orizzontale sempre maggiorata rispetto alla misura del telaio (ad esempio nella taglia 55 misura 560 millimetri), tranne per la misura 60 in cui il tubo orizzontale misura 590 millimetri.

Orbea Orca OMR Orbea Orca OMR

– Assetto in sella: 9,5
La mia altezza è di 179 centimetri e pedalo a 75,5 centimetri di altezza sella.

La misura 55 in prova ha un tubo orizzontale di 560 millimetri e si è rivelata perfetta.
Non a caso sono le quote che uso abitualmente.

Per quanto riguarda l’assetto in sella, Orbea ha posto molta attenzione a questo aspetto attraverso una componentistica ad hoc.

Anche se nel nostro caso non è stato utilizzato, degna di nota è la possibilità di avere su tutte le Orca OMR il manubrio OC Riser.
Si tratta di un manubrio rialzato di 15 millimetri e con un reach di 10 millimetri più corto rispetto ad un manubrio standard, per una posizione più comoda e rilassata.

Orbea Orca OMR

– Cura costruttiva: 9,5
Come anticipato in precedenza la Orca M20iTeam è prodotta con il nuovo carbonio OMR, una fibra in grado di mantenere un ottimo rapporto rigidità/peso e al tempo stesso garantire una pedalata confortevole.

Attraverso la flessibilità di questa fibra e le forme dei tubi è stato possibile realizzare un telaio in grado di rendere la pedalata un’esperienza piacevole e rilassante.

Orbea Orca OMR

Notevole è stato anche lo sforzo per eliminare da tutti i modelli Orca OMR il passaggio cavi esterno.
Grazie agli attacchi ICR, infatti, tutti i cavi vengono instradati sotto l’attacco manubrio e da qui fatti entrare nel tubo sterzo.

Orbea Orca OMR

Orbea Orca OMR

Il reggisella è un altro degli elementi distintivi rispetto alla versione OMX.
Ha una classica forma tonda e la sua sezione da 27,2 millimetri gli permette di flettere ed essere notevolmente più comodo rispetto a quelli da 30,9 e 31,6 millimetri.
Molto curata anche la testa del reggisella, che presenta una slitta tondeggiante e graduata che semplifica la regolazione dell’inclinazione della sella.

Orbea Orca OMR

Orbea Orca OMR

Soluzione molto ben riuscita anche la chiusura del reggisella integrata nel telaio.
Abbiamo apprezzato molto anche la staffa ad hoc per computer, dotata di predisposizione per luci o telecamere.

Orbea Orca OMR

La Orca OMR è predisposta per assi da 12×100 e 12×142 millimetri con sgancio Speed release e permette l’utilizzo di pneumatici di sezione fino a 35 millimetri.
Nel nostro caso la bici montava pneumatici Vittoria Rubino da 28 millimetri.

– Componentistica utilizzata: 9
Come anticipato, la Orbea Orca M20iTeam che abbiamo testato non è in versione standard, ma è stata assemblata su richiesta tramite il programma di personalizzazione MyO.

Il gruppo utilizzato è lo Shimano Ultegra Di2, a nostro avviso uno dei migliori per affidabilità precisione e per l’ottimo rapporto qualità-prezzo.
Di serie Orbea prevede l’utilizzo di guarnitura 50/34 con cassetta 11/28, noi però abbiamo richiesto una guarnitura 53-39.
Vi segnaliamo, inoltre, che come opzione si possono scegliere guarniture con misuratore di potenza FSA Powerbox.

Orbea Orca OMR

Orbea Orca OMR

Le ruote Vision 40 SC Disc Carbon TLR CL, anche queste frutto della personalizzazione MyO, sono state un upgrade richiesto per migliorare le caratteristiche aerodinamiche della bici.
Il canale interno da 19 millimetri ed esterno da 25,5 millimetri bene si è sposato con i copertoncini Vittoria Rubino da 28 mm.

Manubrio e attacco previsti per questo modello sono della linea OC di Orbea, con manubrio standard in carbonio.
L’allestimento è completato dalla sella Prologo Scratch- M5 Pass T 2.0, nella misura da 140 millimetri, ma anche in questo caso abbiamo varie opzioni.

– Peso bici: 7
Il peso rilevato della Orca M20iTeam OMR, senza pedali, è di 8,25 kg.
La scelta di integrare il passaggio cavi per una maggiore resa estetica e aerodinamica inevitabilmente porta a qualche grammo in più.
Non è un valore eccezionale, ma in linea con altri prodotti di pari livello.

– Prezzo: 9
Il prezzo della Orbea Orca in versione standard è di 4.299 euro.
La personalizzazione con ruote Vision 40 SC Disc comporta un aggravio di 729 euro.
Considerando le molteplici possibilità di configurazione e personalizzazione offerte da Orbea (alcune senza sovrapprezzo), non è affatto male.

Chi desidera spendere qualcosa in meno può optare per la versione M20Team (con Ultegra meccanico) a 3.299 euro, ma i prezzi partono addirittura da 1.999 euro.

Orbea Orca OMR

– Garanzia sul telaio: 10
Orbea garantisce telai e forcelle a vita.
La garanzia è applicabile solo all’acquirente originario del prodotto, che deve aver compilato la registrazione online entro 30 giorni dall’acquisto della bicicletta o telaio.

Voto finale (da 1 a 10): 9

2- COMPORTAMENTO IN SALITA
Si tratta di una bici che in salita ha saputo darci delle belle sensazioni e anche degli interessanti riscontri cronometrici.

I grammi in più rispetto alle bici “da salita” si sentono solo quando si affrontano salite molto ripide, in tutti gli altri casi la Orbea Orca M20iTeam è stata sempre piacevole e appagante.
La rigidità del telaio è evidente nel momento in cui si alza sui pedali ed è quello che fa la differenza rispetto al peso.

Ho messo alla prova la bici su un segmento Strava abbastanza impegnativo di 5 chilometri, affrontandolo “a tutta”.
Risultato? Ho ottenuto il mio PR, quindi…

Voto finale (da 1 a 10): 9

Orbea Orca OMR

3- COMPORTAMENTO IN DISCESA
In discesa il feeling è stato sempre ottimo.
Bici sicura, stabile e maneggevole in ogni situazione.

La Orbea Orca OMR eredita l’impostazione racing della Orca OMX, ma riesce ad essere ancora più facile da guidare, merito delle geometrie meno corsaiole e della fibra di carbonio OMR.

Anche le coperture Vittoria Rubino da 28 millimetri si sono dimostrate adeguate e performanti, ma attenti alla pressione: per il mio peso attuale di 68 chilogrammi ho gonfiato gli pneumatici a 6 bar ed ho ottenuto il giusto compromesso tra scorrevolezza, comfort e tenuta di strada.

Voto finale (da 1 a 10): 10

4- COMPORTAMENTO IN PIANURA
In pianura ho apprezzato in modo particolare il comfort e la fluidità di pedalata.
Sotto il punto di vista delle prestazioni, mi hanno sorpreso la scorrevolezza e la facilità nel mantenere la velocità.

Il nostro test si è svolto anche su strade molto sconnesse per verificare le qualità di assorbimento delle vibrazioni ed i risultati sono stati eccellenti.
Si riesce a restare seduti senza problemi anche sui tratti più malconci e a fine giro non si avvertono dolori o indolenzimenti. 

Voto finale (da 1 a 10): 9,5

VOTO COMPLESSIVO (da 1 a 10): 9,37

IN CONCLUSIONE
La Orbea Orca OMR M20iTeam è una bici racing, con un pizzico di attenzione in più al comfort e al piacere di pedalata.
E’ in grado di soddisfare le esigenze dei ciclisti dall’animo corsaiolo, ma che non vogliono un prodotto troppo estremo.

La cura estetica con il quale è realizzata la bici si nota in ogni dettaglio.
La possibilità di personalizzazione tramite MyO rappresenta un bel plus, sia per chi vuole un prodotto esclusivo, sia per chi ha esigenze specifiche nella componentistica.

Per maggiori info: orbea.com



VALUTAZIONE IN SINTESI
Dettagli tecnici
9
In salita
9
In discesa
10
In pianura
9.5