Acquistare una bici top di gamma comporta quasi sempre l’esborso di una cifra molto importante, che non tutti possono, o vogliono spendere.
Non per questo, però, si deve rinunciare alla propria specialissima dei sogni, allestita con componenti leggeri e dalle massime prestazioni.
A patto di non volere per forza l’ultima novità arrivata sul mercato.

acquistare una bici usata




In questo caso, la scelta di acquistare una bici usata può rappresentare la soluzione ideale per risparmiare parecchi soldi e portarsi comunque a casa una bici di alto livello.
In questo periodo, ad esempio, ci sono delle ottime occasioni su bici di alta gamma con freno tradizionale.
Se siete tra i tanti estimatori che ancora preferiscono il sistema frenante tradizionale, potrebbe essere il momento per approfittarne.
Ancora piuttosto difficile, invece, trovare una vasta scelta di prodotti usati con freno a disco.
Acquistare un usato di qualità, però, è tutt’altro che semplice.
Sul mercato si trovano davvero tanti prodotti, messi in vendita sia da privati, sia da negozi specializzati.
Alcuni sono delle vere occasioni, altri possono risultare delle sonore fregature.
A tal proposito, tenete presente che l’acquisto presso un negozio, meglio se di fiducia, in genere comporta qualche rischio in meno.
Da un lato perché il negoziante di fiducia non ha interesse a fregarvi o scontentarvi.
Dall’altro perché è tenuto a fornirvi almeno un anno di garanzia, a meno che la bici non sia esposta in conto vendita.

Acquistare una bici usata

Con questo articolo iniziamo uno speciale in più puntate per approfondire gli elementi da valutare prima di acquistare una bici usata.
Nella prima puntata analizzeremo aspetti legati al telaio e alla forcella.
Nella seconda parleremo dei componenti e della trasmissione.
Nella terza ci occuperemo di ruote, copertoni e freni.

Acquistare una bici usata

Prima di cominciare, però, vale la pena fare qualche considerazione relativa all’aspetto economico.
Dare delle indicazioni generali, in questo senso, è molto difficile, poiché il prezzo può variare molto in base all’anno di produzione, alle condizioni, alla qualità dell’allestimento.
Tenete presente, però, che comprare un prodotto usato ha senso quando si riesce a risparmiare una cifra considerevole rispetto al prezzo di acquisto.
Informatevi bene, dunque, sul prezzo della bici nuova e sull’anno di produzione.
E non dimenticate che a fine stagione si trovano offerte su bici nuove in “fine serie” che possono far risparmiare parecchi soldi.
L’usato, ovviamente, deve essere ancora più conveniente.
Di contro, attenzione anche a prezzi troppo bassi rispetto al mercato: si potrebbe trattare di bici rubate o di dubbia provenienza.
Ricordate, nessuno regala niente.
Inutile ricordare che più la bici è vecchia, più il prezzo dovrà essere basso, anche se a onor del vero alcuni marchi mantengono meglio il valore rispetto ad altri.
Inoltre, è bene precisare che, in linea di massima, i prodotti di altissima gamma (e quindi con un prezzo iniziale più alto) si svalutano più velocemente rispetto a quelli di media e bassa gamma.

Acquistare una bici usata

CARATTERISTICHE E TIPOLOGIA DI TELAIO
Se avete già in mente un modello specifico che vi piacerebbe acquistare, il campo di ricerca si riduce drasticamente.
Concentratevi solo su quello e non abbiate fretta.
Se invece avete intenzione di sostituire la vostra specialissima, ma non avete ben chiaro  su quale prodotto indirizzarvi, le cose si fanno un po’ più complicate, perché le tantissime opportunità disponibili rischiano di confondere le idee.

In questo caso, la cosa migliore da fare è definire con chiarezza l’utilizzo che farete della nuova bici.
Gare? Granfondo? Uscite di lunga distanza con gli amici? Percorsi con tanta salita?
Così potrete indirizzarvi verso la tipologia di telaio più adatto alle vostre esigenze, tra i modelli aero, endurance o da salita:  un buon punto di partenza per restringere il campo di ricerca e non essere sopraffatti dalle centinaia di proposte disponibili, specie on line.

SCEGLIERE LA MISURA CORRETTA
Avere un telaio della giusta misura è fondamentale per pedalare bene e senza dolori.
Sembra una cosa scontata, ma quando si parla di usato il rischio è quello di lasciarsi attrarre da offerte particolarmente allettanti, anche se non proprio della misura corretta.
Evitate di commettere questo errore.
Se trovate un prodotto che vi piace, studiate bene le geometrie ed iniziate la trattativa solo se la taglia fa al caso vostro.
Se non siete sicuri, magari chiedete consiglio a qualche amico più esperto, oppure ad un biomeccanico.

DIFETTI ESTETICI O STRUTTURALI
Stabilito che il telaio della bici che avete individuato è della giusta misura, rimane da valutare se ci sono difetti estetici e strutturali.
Se l’acquisto avviene on line, questa verifica va fatta appena si riceve la bici, in modo da contestare sin da subito eventuali problematiche.
Se invece l’acquisto avviene “di persona”, è meglio effettuare questa verifica prima di concludere “l’affare”.
Sui difetti estetici si può anche passare sopra (la scelta è personale), visto che si tratta pur sempre di una bici usata.
L’importante è che il prezzo sia commisurato allo stato di usura.

Acquistare una bici usata

Bisogna stare molto attenti, invece, ad eventuali difetti strutturali nascosti o poco evidenti.
Insomma, se il telaio ha una crepa o una bozza (nel caso dell’alluminio) sul tubo orizzontale o piantone, non sarà difficile notarlo.
Ma ci possono essere altri difetti più difficili da scoprire.
Per prima cosa, smontate o fatevi smontare la forcella e controllate lo stelo.
Si tratta di una parte nascosta e molto soggetta a usura o rotture.

Dopodiché analizzate da vicino la zona attorno al movimento centrale: anche qui spesso si possono presentare piccole crepe non facili da notare, soprattutto se si trovano dietro le corone.
Altri punti potenzialmente soggetti a rottura sono la zona vicina al collarino sella, quella del forcellino del cambio e quelle in corrispondenza dell’ingresso dei cavi all’interno del telaio.
Analizzate tutte queste parti con attenzione, poiché a volte le crepe sono davvero minimali.
Altro elemento a cui prestare particolare attenzione è la presenza di adesivi non correlati alla grafica della bici: spesso sono usati per coprire eventuali “magagne”.
Discorso analogo vale per aree del telaio che presentano una verniciatura diversa da quella originale.

Acquistare una bici usata

Per quanto riguarda i difetti strutturali, è bene ricordare che formalmente la garanzia del produttore copre solo il primo proprietario.
Se avete dubbi o domande specifiche in relazione al questo argomento fatecelo sapere con un commento.

Vi diamo appuntamento tra qualche giorno per la seconda puntata dedicata all’acquisto di una bici usata, quella relativa a componenti e trasmissione.

Qui intanto trovate altri consigli tecnici sull’uso della bici e qui i nostri articoli-guida sull’acquisto delle bici da strada.