Everesting da record per Buchmann.
Lo scalatore della Bora-Hansgrohe ha superato 8.848 metri di dislivello (l’altezza dell’Everest, appunto) in “sole” 7 ore e 28 minuti, stabilendo il nuovo record non ufficiale di scalata.

Everesting da record per Buchmann

In questo lungo periodo senza gare, Emanuel Buchmann aveva bisogno di nuovi stimoli e così ha deciso di lanciarsi in questa impresa.

La challenge, inoltre, ha avuto anche uno scopo benefico, poiché l’iniziativa è stata legata ad una raccolta fondi (ancora attiva) per Deutsches Kinderhilfswerk (il fondo tedesco per l’infanzia). Si può donare attraverso questo link: www.gofundme.com/EmanuelBuchmannsEverestChallenge

Il record è stato stabilito nella valle dell’Ötztal, nota agli appassionati per la mitica Oetztaler Radmarathon, in sella ad una Specialized S-Works Tarmac Disc.
Nelle 7 ore e 28 minuti di pedalata Buchmann ha coperto 162 chilometri, consumando 6.870 kcal, 7 barrette, 6 gel e 11 borracce d’acqua.

“E’ stata una delle cose più difficili che io abbia mai fatto in bicicletta. Non pensavo che sarebbe stata così dura – ha dichiarato Buchmann – All’inizio ho trovato un buon ritmo e poi ho deciso di spingere forte.
Dopo aver completato 7.000 m di scalata, ho iniziato a sentire la fatica. Adesso non sono abituato a questi carichi di lavoro e gli ultimi 1.000 m sono stati tremendi.
Da professionista, normalmente non c’è tempo per fare cose così folli, in qualche modo, mi sono divertito.

“E’ un’impresa che non si può paragonare alle corse, ma penso che sia stata comunque una prestazione importante e dimostra sicuramente che siamo sulla buona strada per il Tour.
Ma è anche importante per me che la gente non dimentichi perché l’ho fatto, cioè per beneficenza.
Ora ho fatto la mia parte e vorrei incoraggiare la donazione di ulteriori fondi ai Deutsches Kinderhilfswerk (fondo tedesco per l’infanzia). Il progetto rimarrà quindi online”.

Per maggiori informazioni: bora-hansgrohe.com