Ieri ad Argenta (Fe) è andato in scena il primo Campionato Italiano gravel.
I nomi di Samuele Zoccarato (Bardiani-CSF-Faizané) e Barbara Guarischi (Movistar Team) aprono l’albo d’oro di questa rassegna che ha mosso i primi passi grazie ad ExtraGiro.
508, in totale, gli atleti iscritti. 14 le donne inserite nella classifica Open, 36 gli uomini (29 arrivati) a cui vanno a sommarsi gli Amatori (fascia 1, 2 e 3 e amatori donne).

Numeri modesti se paragonati al movimento agonistico di altre nazioni europee (es. Spagna, Germania, Belgio, Olanda) dove la competizione inizia ad essere effervescente senza dimenticare gli Stati Uniti che rimangono il punto di riferimento per la disciplina.
Va dato atto a Marco Pavarini e Marco Selleri (le menti dietro ad ExtraGiro) di aver proposto una “prima” che segna un punto di partenza per il ciclismo italiano.

Campionato Italiano gravel
Da sinistra: il sindaco di Argenta Andrea Baldini, il CT della Nazionale di ciclocross Daniele Pontoni, Samuele Zoccarato, Marco Pavarini, Barbara Guarischi e Marco Selleri.

Da noi il gravel agonistico non è ancora decollato con l’ago delle preferenze orientato più verso una dimensione adventure che fa rima con il cicloturismo, il bikepacking ed ai trail.
Quest’edizione del Campionato Italiano gravel sembra essere una “edizione 0” più che una prima: la dimensione competitiva sta attraversando un guado, sta cercando il suo spazio nei calendari e desidera conquistare l’attenzione degli appassionati.
Sabato 8 e domenica 9 ottobre in Veneto andranno in scena i primi Mondiali di disciplina. QUI tutti i dettagli.

Abbiamo strutture, forze e potenzialità. Alcuni territori hanno molto da offrire, ma nessuno è in grado di prevedere quale sarà il futuro del gravel in Italia ancor di più se declinato in chiave agonistica.
Sull’onda di questi eventi i prossimi mesi saranno sicuramente utili per mettere a fuoco il fenomeno.
G.B.

Campionato Italiano gravel
Il podio Donne Open.
L’arrivo di Barbara Guarischi.
Campionato Italiano gravel
Il podio Uomini Open.
Campionato Italiano gravel
Samuele Zoccarato taglia il traguardo in solitaria.

COMUNICATO UFFICIALE

Ordine d’arrivo di prestigio per i primi Campionati Italiani gravel della storia.

Nella categoria Open Maschile (120,8 km), la Bardiani-CSF-Faizané ha impresso subito un forte ritmo alla corsa, fino a quando Samuele Zoccarato è partito in solitaria dopo circa 40 km di gara, guadagnando un vantaggio importante e resistendo anche ai crampi nel finale. Alle sue spalle, Luca Cibrario (Beltrami TSA Tre Colli) e Sacha Modolo (Bardiani-CSF-Faizané) hanno completato il podio.
Nella gara Open femminile (89 km), Barbara Guarischi si è imposta allo sprint su Letizia Borghesi, con Chiara Teocchi terza classificata a 27”.

Campionato Italiano gravel

Domenica 18 settembre sono stati assegnati complessivamente sei titoli italiani: due dedicati agli atleti agonisti (Open Donne e Uomini), quattro in ambito amatoriale.
Matteo Valsecchi (Amatori Fascia 1), Massimo Folcarelli (Fascia 2), Massimo Rizzo (Fascia 3) e Chiara Ciuffini (Amatori Donne) sono i primi Campioni Italiani Master di disciplina.

L’Italiano gravel ha concluso un week-end interamente dedicato a una disciplina in grande espansione dopo la FAR Gravel Cannondale Alé, manifestazione cicloturistica che si è svolta sabato 17 settembre per il quinto anno consecutivo.
L’organizzazione dei Campionati Italiani Gravel è stata curata da ExtraGiro, in collaborazione con FAR Gravel Cannondale Alé e con il Rally di Romagna, con il supporto di Federciclismo, Regione Emilia-Romagna, Sport Valley Emilia-Romagna, Alé Cycling, ITAS Assicurazioni, Svitol e Ursus.

Per ExtraGiro è stata l’ennesima occasione per festeggiare nuovi titoli sportivi, dopo aver organizzato in soli 21 giorni i Campionati del Mondo su strada 2020 a Imola oltre ai Campionati Italiani Elite Uomini su strada 2021 a Imola, i Campionati Italiani crono Uomini e Donne 2021 a Faenza e i Campionati Italiani Elite Donne su strada 2022 a Medolla.

Ordine d’arrivo Uomini Open
1. Samuele Zoccarato (Bardiani-CSF-Faizané) in 3h13’51”
2. Luca Cibrario (Beltrami TSA Tre Colli) a 2’39”
3. Sacha Modolo (Bardiani-CSF-Faizané) a 2’42”
4. Samuele Leone (Team Cicli Manini) a 9’18”
5. Tommaso Bergagna (ASD DP66 Giant SMP) a 9’19”
6. Cristian Cominelli (Scott Racing Team) a 9’21”
7. Filippo Fiorelli (Bardiani-CSF-Faizané) a 15’33”
8. Davide Gabburo (Bardiani-CSF-Faizané) a 15’34”
9. Mattia Viel (D’Amico) a 15’34”
10. Ettore Loconsolo (Parkpre Racing Team) a 15’34”

Ordine d’arrivo Donne Open
1. Barbara Guarischi (Movistar Team Women) in 2h42’29”
2. Letizia Borghesi (EF Education – Tibco-SVB) a 1″
3. Chiara Teocchi (Centro Sportivo Esercito) a 27″
4. Carlotta Borello (GB Team – Pool Cantù) a 6’50”
5. Asia Zontone (Isolmant – Premac – Vittoria) a 6’50”
6. Eva Lechner (Centro Sportivo Esercito) a 6’51”
7. Sara Casasola (Born to Win – G20 Boiler Parts – Ambedo) a 6’53”
8. Giada Borghesi (Team LaPierre – Trentino – Alé) a 11’01”
9. Giorgia Stegagnolo (Race Mountain Folcarelli Team) a 11’46”
10. Debora Piana (Team Cingolani) a 14’29”

Le classifiche complete del primo Campionato Italiano gravel sono disponibili QUI.

Per maggiori informazioni: extragiro.it