INFORMAZIONI UFFICIALI

Una nuova impresa “da brividi” per Omar Di Felice: Antarctica Unlimited è il nome della prossima avventura in bicicletta, annunciata ieri durante il “Festival dello Sport” organizzato da Gazzetta dello Sport a Trento, occasione in cui l’ultracyclist romano ha presentato anche il suo ultimo libro “Artico – Guardate con me il mondo che cambia”.

Omar, che ci ha abituati negli ultimi anni a traversate estreme in luoghi spesso inospitali e dalle temperature proibitive, ora ha in progetto addirittura la più lunga traversata dell’Antartide mai realizzata in sella a una bicicletta.

L’Antartide, da sempre obiettivo dei più grandi atleti e avventurieri nella storia dell’esplorazione moderna, è il luogo più remoto e inaccessibile del pianeta.
L’obiettivo di Omar sarà quello di compiere la traversata “coast to coast” lungo il percorso che, partendo da Hercules Inlet e passando al Polo Sud arriverà alla base del Leverett Glacier.
Inoltre, per tentare di coprire la distanza più lunga mai coperta da un ciclista integralmente in bicicletta (in passato alcuni atleti hanno tentato traversate più brevi e/o miste unendo la bicicletta all’utilizzo degli sci per le parti più complesse) se riuscirà a raggiungere la base del Leverett, tenterà di fare ritorno al Polo Sud pedalando anche la strada per il rientro.

La traversata sarà, ovviamente, in solitaria e in totale autosufficienza senza alcun mezzo di supporto. L’unico punto in cui sarà possibile il rifornimento delle scorte sarà la base permanente presente al Polo Sud.

«Ho iniziato a sognare l’Antartide e il Polo Sud quando ero ancora un bambino. Leggendo l’impresa di Erenst Schekleton e guardando i grandi documentari che ne raccontavano l’epopea, ho iniziato a maturare dentro di me l’ambizione di poter posare, un giorno, le ruote della mia bicicletta sul suolo dell’Antartide – confessa Omar – Da quel giorno, quasi trent’anni fa ormai, ho lavorato duramente affinché ciò potesse avvenire. Dapprima quel sogno, che sembrava impossibile, ha alimentato la mia ricerca quotidiana del limite, fino a iniziare a materializzarsi qualche anno fa quando ho cominciato a studiare realmente la fattibilità di quest’impresa che sarà la mia più grande esplorazione, nonché una delle più ambiziose mai tentate in sella ad una bicicletta nella storia del ciclismo d’avventura

“Antarctica Unlimited”, però, non sarà solamente un’avventura sportiva estrema, ma anche un progetto scientifico, legato allo studio dei cambiamenti climatici.
Un progetto che avrà la durata di 18 mesi, fino a marzo 2024, e per il quale Omar Di Felice ha deciso di tornare all’Università iscrivendosi al corso di laurea in Scienze Ambientali: «Durante i prossimi 18 mesi, in cui l’Antartide assorbirà ogni centimetro di me, non solo tenterò di attraversare il continente più remoto ed affascinante della Terra, ma lo studierò attentamente grazie all’ausilio di scienziati ed esperti, nonché di associazioni e soggetti privati che portano avanti ricerche e studi laggiù. Inoltre, porterò la mia esperienza nelle scuole attraverso un’attività di divulgazione. Antarctica Unlimited sarà il coronamento della mia vita e della mia carriera

La divulgazione nelle scuole sarà realizzata in collaborazione con Italian Climate Network, di cui Omar è già Ambassador e che lo ha accompagnato sin dal lancio del progetto “Bike to 1.5°C” con il lungo viaggio verso la COP26 di Glasgow dello scorso autunno.

Tra i partners di “Antarctica Unlimited” ci sarà anche l’ESA, l’Agenzia Spaziale Europea, la cui presenza in Antartide è fondamentale nello studio dei cambiamenti climatici, oltre che per la formazione degli astronauti nell’ambito delle missioni spaziali.

Come si svolgerà la traversata in bici di Antarctica Unlimited

Nelle prossime settimane verranno diramati tutti i dettagli relativi i tempi dell’esplorazione in bicicletta, che rappresenterà senz’altro la fase più delicata e affascinante di tutto il progetto e che è fortemente collegata alla stagionalità con cui vengono concessi i permessi di attraversamento dell’Antartide.

Dal punto di vista tecnico, Omar continuerà a lavorare a stretto contatto con tutti i partner già coinvolti durante il giro del mondo artico.
La bicicletta utilizzata sarà un modello speciale sviluppato da Wilier Triestina appositamente seguendo i requisiti richiesti da Omar secondo le necessità legate alla traversata dell’Antartide e alle sfide che si troverà ad affrontare, ed equipaggiata con componenti Shimano e a cui sarà collegata una speciale slitta realizzata dalla ditta americana Ski Pulk necessaria per trasportare tutto l’equipaggiamento.

Questa bicicletta è un prodotto unico che non sarà disponibile al pubblico e che riporterà la grafica delle stripes climatiche che evidenziano l’andamento del riscaldamento globale dal 1850.

La medesima grafica, realizzata dal professor Ed Hawkins (e consultabile al seguente link ufficiale) è stata riportata sul casco Lazer Vento Kineticore che servirà a proteggere Omar durante tutta la traversata.

Per quanto riguarda l’abbigliamento, invece, fondamentale per sopravvivere a temperature che scenderanno oltre i -40°C, UYN ha sviluppato una speciale tuta d’alta quota simile a quella utilizzate dagli alpinisti oltre gli 8.000 metri, ma con speciali caratteristiche che la rendono comoda per essere utilizzata pedalando.
Un lavoro che ha visto realizzare il primo modello in grado di unire caratteristiche di protezione dal freddo estremo e comfort necessario per pedalare un così lungo tragitto.

Tenda e materiale necessario a campeggiare in Antartide saranno forniti da Ferrino, già partner del celebre alpinista Reinhold Messner anch’egli autore di una delle più lunghe e difficili esplorazioni del continente.

Sarà possibile seguire Omar grazie alla mappa Live realizzata da ENDU grazie all’utilizzo dei device di tracciamento basati su tecnologia Iridium.

Iridium che sarà, inoltre, partner ufficiale dell’avventura, fornirà ad Omar la connettività necessaria per inviare via telefono satellitare gli aggiornamenti che verranno postati sui propri canali social:
www.facebook.com/omar.difelice
www.instagram.com/omardifelice
www.youtube.com/c/OmarDiFeliceUltracyclingman