Il mondo degli eventi bikepacking unsupported sta coinvolgendo un numero sempre più ampio di appassionati. Vuoi per le emozioni che sa offrire, vuoi per esorcizzare questo strano 2020, senza gare ed eventi di gruppo.
Così anche noi abbiamo deciso di avvicinarci a questa affascinante realtà e vivere da dentro un’esperienza unsupported.

Lo faremo (anzi, lo farà il nostro Emanuele Marianeschi) in questo fine settimana, all’Umbria Trail: 458 km con quasi 10.000 metri di dislivello.
L’idea è di concluderlo in due giorni, ma non sarà facile, anche perché non bisogna dimenticare di godersi il viaggio… 
Strada facendo vi racconteremo la nostra esperienza, qui sotto intanto riportiamo il comunicato ufficiale alla vigilia dell’evento.
NC

COMUNICATO UFFICIALE

Manca pochissimo alla prima edizione dell’Umbria Trail, un anello di 458 chilometri con partenza e arrivo da Passignano sul Trasimeno.

Sabato 19 settembre oltre 100 iscritti saliranno in sella per unire le perle più importanti della Regione: dal Lago Trasimeno ad Orvieto, da Amelia a Narni, dalla Cascata della Marmore a Spoleto, da Spello a Perugia passando ovviamente per Assisi.

Umbria Trail

L’organizzazione sarà opera dell’Asd Centro Rematori Passignano che già ha al suo attivo il Trasimeno Bike Festival e l’Italy Coast To Coast, oltre ad altri eventi anche sul versante runner come il TrasiTrail.

All’Umbria Trail tutti gli amanti del bikepacking si cimenteranno su un percorso impegnativo, con quasi 10.000 metri di dislivello, ma comunque scorrevole ed adatto alle bici gravel, seppure con qualche attenzione.
L’evento è unsupported, perciò gli organizzatori forniranno esclusivamente una traccia gps del percorso da seguire. Per il resto ogni partecipante dovrà cavarsela da solo, gestendo le forze e decidendo in autonomia dove mangiare e dove dormire.

Non c’è un tempo limite, quindi sarà essenzialmente una sfida con se stessi, allietata dal buon cibo e dal paesaggio umbro: le rocche medievali, il Centro geografico d’Italia nel Bosco Cardona, gli uliveti che abbracciano Trevi, il Lago di Piediluco e la Valnerina, la ferrovia Spoleto-Norcia faranno da cornice per quello che sarà un memorabile avanzare nel cuore del “cuore verde d’Italia”.

Per maggiori informazioni: umbriatrail.it – facebook.com/umbriatrail