Il Garmin Varia RTL515 è l’evoluzione del modello RTL510. 

Si tratta di un radar posteriore, dotato di luce integrata con 4 differenti modalità di lampeggio, in grado di segnalare l’avvicinamento delle auto in arrivo alle spalle del ciclista.

Insomma, un dispositivo che lavora su due differenti livelli di sicurezza: da un lato avvisa delle auto in arrivo, innalzando l’attenzione del ciclista, dall’altro migliora la visibilità su strada.

Lo abbiamo testato per diverse settimane e in questo articolo vi spieghiamo come funziona, in cosa è diverso dal modello precedente (Varia RTL510) e perché, una volta iniziato a usarlo, è difficile farne a meno.

Prima, però, vi consigliamo di dare un’occhiata al video qui sotto, in cui vi mostriamo come funziona.



LE DIFFERENZE RISPETTO AL VARIA RTL510
Le principali differenze rispetto al modello precedente sono due.

La prima, e più importante, è l’introduzione della modalità di trasmissione Bluetooth BLE (che si aggiunge a quella Ant+), che ora permette di utilizzare il Varia anche con Smartphone compatibili (dopo aver scaricato l’App Varia).

La seconda è l’introduzione di una nuova modalità di illuminazione, pensata per quando si esce in gruppo.
Si tratta di una luce fissa, ma con intensità più bassa rispetto alle altre (8 lumen), che così non disturba i ciclisti che pedalano dietro di voi.

Garmin Varia RTL515

COSA FA?
Il Garmin Varia RTL515 è un radar retrovisore, in grado di rilevare l’avvicinarsi dei veicoli alle spalle del ciclista fino a 140 metri di distanza (se la strada è rettilinea, l’impressione che abbiamo avuto è che la distanza sia addirittura superiore).
L’avviso non elimina il pericolo, ma mette in allerta il ciclista e, dunque, riduce i possibili rischi.

L’angolo di visuale è addirittura di 220° e questo permette al Varia di rilevare le auto anche in curva, a patto, ovviamente, che non si tratti di una curva troppo stretta.

All’avvicinarsi delle auto, il Varia invia un avviso acustico e visivo tramite il dispositivo a cui è associato (può essere un device Garmin, uno Smartphone o anche il display specifico del radar Varia, ma di questo parleremo più avanti).

Garmin Varia RTL515
Due auto in arrivo, rilevate dal Varia RTL515 e segnalate sul Garmin 1030 plus

Il Varia RTL515, inoltre, funziona anche come luce posteriore, per aumentare la visibilità del ciclista in strada.

E’ dotato di 4 diverse modalità di lampeggio:
fissa: 20 lumen, con un’autonomia dichiarata di 6 ore;
gruppo (è la novità rispetto al modello precedente): sempre fissa, ma con un’intensità più bassa (8 lumen), con un’autonomia dichiarata di 8 ore;
lampeggiante notturna: 29 lumen, con un’autonomia dichiarata di 8 ore;
lampeggiante diurna: 65 lumen, con un lampeggio meno frequente, ma più intenso, visibile fino a 1,6 km di distanza. Autonomia dichiarata di 16 ore.
Quest’ultima è la modalità che abbiamo utilizzato più spesso e, durante le uscite diurne in solitaria, è quella che vi consigliamo, poiché garantisce veramente un’ottima visibilità.
La durata rilevata, sempre in associazione Ant+ con uno strumento Garmin, è stata di 14-15 ore.

Per passare da una modalità di illuminazione all’altra basta premere il pulsante che si trova sulla parte superiore del Varia RTL515 (foto sopra), ma con i device Garmin più recenti è possibile farlo anche direttamente dal display.

Da notare, inoltre, che quando le auto si avvicinano il Garmin Varia RTL515 inizia a lampeggiare con maggiore frequenza e intensità, rendendo più visibile il ciclista e invitando a maggiore prudenza l’automobilista.

COSA C’E’ NELLA CONFEZIONE
La confezione contiene il dispositivo Varia RTL515, il cavo Usb per la ricarica, la staffa di montaggio con 2 elastici di diversa misura e 3 diversi adattatori in gomma, per rendere stabile il fissaggio su reggisella di tutte le forme.

Il Varia, per funzionare a dovere, deve essere posizionato sulla parte posteriore del reggisella.
In fase di montaggio scegliete con cura il supporto in gomma più adatto alla forma del vostro reggisella, poiché da questo dipende la stabilità del radar durante la marcia.

Su strade molto sconnesse potrebbe comunque muoversi un po’, quindi dopo aver affrontato tratti di asfalto rovinato, è sempre bene controllare che lo strumento sia ben posizionato.

Garmin Varia RTL515

COMPATIBILITA’ E ASSOCIAZIONE DISPOSITIVI
Il Varia RTL515 è compatibile con un’ampia gamma di dispositivi Garmin, non solo di ultimissima generazione (QUI trovate l’elenco completo).
Io l’ho utilizzato con il Garmin 1030 Plus.

L’associazione è molto semplice: basta entrare nel menù Sensori e selezionare aggiungi.
A questo punto, per effettuare l’associazione, è necessario tenere premuto 2 secondi il pulsante sulla parte alta del Varia.
Selezionate Radar sul display dello strumento e il gioco è fatto.

Poi starà a voi personalizzare alcune funzionalità, come i toni di avviso (che vi consigliamo di tenere sempre attivi), il lato del display su cui vedere le auto in arrivo, la visualizzazione dello stato della batteria.

La novità principale del Varia RTL515 è la compatibilità con gli Smartphone, grazie al sistema di trasmissione Bluetooth.
In questo caso, se possibile, l’associazione è ancora più semplice.

L’unica condizione necessaria è quella di aver scaricato l’App Garmin Varia (e ovviamente di mantenere il Bluetooth dello smarthphone attivo).
Una volta lanciata l’App, basta avvicinare il telefono al Varia e seguire le indicazioni sul display.

L’utilizzo del Varia tramite telefono è ancora più intuitiva rispetto ai dispositivi Garmin, più che altro per la chiarezza della grafica.

L’auto in avvicinamento viene raffigurata sul display e un indicatore colorato segnala anche la velocità.
Il colore verde significa che non ci sono auto in avvicinamento.
Il giallo che un’auto si sta avvicinando a velocità moderata.
Il rosso che un’auto si sta avvicinando a forte velocità.

E’ utile ricordare che il Varia RTL515 è compatibile anche con App di terze parti, come Ride with Gps, permettendo di sovrapporre gli avvisi del radar retrovisore alle schermate delle varie App.

Anche se poco diffuso, è giusto ricordare che il radar funziona anche con il semplice display Varia Radar, venduto separatamente al prezzo di 99,99 euro.

LA PROVA SU STRADA
Ho utilizzato il Garmin Varia RTL515 in associazione al Garmin 1030 Plus per diverse settimane e vi dico subito che ormai faccio fatica ad uscire senza.

E’ uno strumento ottimo per chi usa la bici in città o pedala su strade molto trafficate, soprattutto per la visibilità extra che la luce posteriore è in grado di offrire.
Ma personalmente l’ho trovato ancora più utile quando si pedala su strade meno trafficate, dove le auto passano saltuariamente e quindi l’attenzione del ciclista tende ad essere più bassa.

Può capitare, infatti, che per godersi il panorama e fare due chiacchiere con l’amico di turno, ci si sposti troppo verso il centro strada.
In caso di un’auto in arrivo, l’avviso acustico del Varia richiama subito l’attenzione, ben prima che il nostro orecchio possa sentirne il rumore.

L’avviso acustico, appunto: il mio consiglio è di mantenere sempre attivo l’indicatore sonoro (oltre a quello visuale), poiché non sempre si sta con lo sguardo fisso sul display del telefono o del device.
Se trovate fastidioso il “bip” multitono, potete sempre selezionare quello singolo, davvero poco “invasivo”.

Il Varia, inoltre, è utile in tutti quei casi in cui è necessario deviare leggermente dalla traiettoria rettilinea, come per evitare buche o sconnessioni sulla strada (cosa che accade molto di frequente).

La rilevazione dei veicoli in arrivo, a mio avviso, è molto precisa e puntuale, anche pedalando in gruppo. Solo a volte può capitare che se state procedendo lentamente e altri ciclisti si avvicinano a velocità sostenuta, il radar li “scambi” per un mezzo a motore, ma poco male. Meglio un avviso in più che uno in meno.

E’ ovvio che, quando c’è da svoltare o muoversi bruscamente sulla carreggiata, è sempre meglio girarsi a controllare, senza affidarsi ciecamente allo strumento.

Chi non fosse interessato alla luce posteriore, può optare anche per il nuovo RVR315, che ha le stesse identiche funzioni, ma costa 50 euro in meno (149,99 contro 199,99 euro) e, appunto, non è dotato di luce.
A mio avviso, però, vale la pena acquistare il “pacchetto completo”.
Non si tratta solo di una questione di visibilità, ma di qualcosa in più in termini di sicurezza.

Forse è stata solo un’impressione, ma la luce lampeggiante che aumenta d’intensità all’avvicinarsi delle auto, oltre che richiamare l’attenzione del conducente, lo invita inconsciamente a maggiore prudenza, rallentando ed evitando sorpassi azzardati.

Concludiamo con il prezzo.
199,99 euro di listino non sono pochi, ma se consideriamo quanti soldi siamo disposti a investire per altri accessori per la bici, riteniamo che la cifra del Varia RTL515 sia assolutamente una spesa che vale la pena…

Per maggiori informazioni: garmin.com