Il furto in Pinarello fa parte di quelle notizie che non vorremmo mai dare.

Giovedì 23 novembre, ore 3:00.
Una banda composta da tre uomini dotati di passamontagna e guanti entrano in azione forzando la rete di recinzione e la porta antipanico sul retro dello stabilimento di Viale della Repubblica 12 a Villorba (Tv). In tre minuti trafugano una dozzina di biciclette noncuranti del sistema d’allarme e videosorveglianza.

Furto in Pinarello
La Bottega Pinarello adiacente lo stabilimento.

Non contenti alle 23:00 ritornano sul posto e con le stesse modalità entrano nuovamente in Azienda sottraendo altre sette biciclette.
Il bilancio è pesante: all’appello mancano dieci Dogma X (pronte per essere spedite ai media di settore), sei Dogma F dotate della nuova veste grafica presentata il mese scorso (QUI la nostra news) più altre tre bici d’alta gamma.

Furto in Pinarello

Disarmante il fatto che i malviventi hanno agito a colpo sicuro.
Una volta all’interno dello stabilimento, infatti, non hanno trafugato a caso, ma si sono diretti in un’area ben definita riservata solo ai dipendenti. Durante la nostra visita a Villorba, in occasione dell’evento di presentazione della Dogma X, nemmeno noi siamo potuti entrare nella zona incriminata.

Un dettaglio non di poco conto che la dice lunga sulla premeditazione.
Non è certo la prima volta che il marchio Pinarello viene preso di mira. L’episodio più recente risale all’ottobre 2021 quando ad essere sottratte furono le Bolide HR della Nazionale pista.

Rubate le bici della nazionale azzurra della pista

Gli annali raccontano, purtroppo, di altri furti subiti anche nello storico negozio di Borgo Mazzini (quello fondato da Nani) che oggi non esiste più.

Rimanete sintonizzati per ulteriori aggiornamenti.

QUI tutte le news, i test e gli approfondimenti riguardanti Pinarello.

Qui sotto il test della Dogma F.

TEST – Nuova Pinarello Dogma F: la prova di lunga durata