AGGIORNAMENTO ORE 11:30

A Livigno nevica. Accogliendo le richieste della CPA (Associazione Ciclisti Professionisti) guidata da Adam Hansen l’organizzazione ha cancellato il passaggio sull’Umbrail Pass. I corridori si muoveranno in auto e la tappa prenderà il via da Lasa alle ore 14:25.

Mauro Vegni, direttore del Giro d’Italia, ha dichiarato che fino a stamattina erano previste tre opzioni, tra cui quella di tagliare l’Umbrail Pass in caso di condizioni meteo estreme, come quelle che si sono effettivamente verificate.

———————–

Non ci sono ancora decisioni ufficiali sulla tappa 16 del Giro d’Italia, quella che da Livigno porterà i corridori a Santa Cristina di Val Gardena (Monte Pana). La cosa certa è che le previsioni sono pessime, ma la tappa si dovrebbe disputare comunque se le condizioni meteorologiche saranno ritenute non estreme.

Ricordiamo che nei giorni scorsi, per la tanta neve e il rischio di valanghe, dal percorso erano già stati cancellati gli ultimi chilometri dello Stelvio, con il Gpm spostato ai 2.498 metri dell’Umbrail Pass. E il problema più grosso, al momento, è proprio l’alta quota dell’Umbrail Pass, con temperature basse e rischio neve. Infatti, pare che i corridori stiano chiedendo la cancellazione della Cima Coppi per il troppo freddo previsto in discesa.

QUI potete vedere la situazione in tempo reale a Livigno.

Di seguito riportiamo la comunicazione di questa mattina rilasciata da 3Bmeteo, “Meteo Ufficiale” del Giro d’Italia 2024:

“La 16esima tappa vedrà i ciclisti percorrere 206 km da Livigno a Santa Caterina Val Gardena. Tappa dura, che sarà resa ancora più difficoltosa dalle condizioni meteo avverse lungo gran parte del percorso. Il transito di un’intensa perturbazione atlantica porterà infatti precipitazioni diffuse per gran parte della gara e temperature decisamente contenute. In particolare, in cima all’Umbrail Pass (2500 metri slm, Cima Coppi di questa edizione) i corridori troveranno valori termici di circa 2°C e non si esclude la possibilità di precipitazioni anche a carattere nevoso. Temperature tutto sommato gradevoli tra la Val Venosta e il transito nella città di Bolzano (15-16°C), mentre all’arrivo avremo circa 8-9°C con ventilazione dai quadranti meridionali”.

Ieri sera si è tenuta una riunione tra organizzatori, commissione sicurezza e rappresentati dei team e dei corridori. Al momento si è deciso di andare avanti normalmente, ma con alcune “concessioni” rispetto al regolamento, indispensabili per garantire la sicurezza dei corridori.

In particolare, a tutti i team sarà consentita un’auto in più al seguito per dare migliore supporto ai corridori, in particolare con l’abbigliamento. Anche il carro scopa e le auto dei commissari potranno distribuire indumenti extra.

Inoltre, in vetta all’Umbrail Pass sarà creata una “speciale Parking Zone” dove la corsa potrà essere neutralizzata per 3 minuti per consentire ai corridori di cambiarsi e coprirsi in vista della lunga discesa.

Tuttavia, in caso di condizioni meteo estreme la tappa potrebbe essere comunque neutralizzata fin dove ci saranno le condizioni di sicurezza per riprendere.

Di seguito trovate la nota completa emessa da RCS:

Foto d’apertura Ferrari – LaPresse