Fausto Pinarello vorrebbe riprendersi la sua “creatura” e starebbe studiando l’offerta e i potenziali partner per riacquistare le quote di maggioranza dell’azienda che porta il suo nome, e di cui attualmente detiene il 20%.
A scriverlo è NordestEconomia, il quotidiano online di notizie economiche del Nordest.

Pinarello

Fausto Pinarello, che dopo la cessione dell’azienda ha mantenuto la carica di presidente, avrebbe un mese e mezzo per formulare un’offerta al fondo L Catterton, attuale azionista di maggioranza con l’80%.

Il fondo L Catterton, infatti, a inizio gennaio ha comunicato la volontà di avviare la procedura della cosiddetta “exit”, ovvero l’uscita dalla proprietà di Pinarello. “È normale che un fondo voglia uscire dopo sei anni”, ha spiegato Fausto.
In base a quanto riportato nello Statuto societario Fausto Pinarello ha il diritto di prima offerta per la quota di L Catterton, da formulare in massimo 90 giorni (dunque entro fine marzo).
Nel 2017 l’azienda fu acquistata per circa 90 milioni, ma vista la consistente crescita registrata negli ultimi anni il fondo si aspetta di vendere ad una cifra molto superiore.

Qui sotto, per comprendere l’evoluzione dell’azienda, potete leggere ulteriori dati sul bilancio di Pinarello dello scorso anno:

Bilancio Pinarello 2022: forte crescita e stime in aumento…

Secondo quanto riporta NordestEconomia, Fausto Pinarello «è più che disposto a continuare a tramandare la tradizione di famiglia» ma avrebbe bisogno di trovare un investitore con cui allearsi.

Pinarello è sicuramente uno dei brand più conosciuti e prestigiosi a livello internazionale dell’intero settore e riportarne la proprietà in Italia, in seno alla famiglia che l’ha fondata, sarebbe un grande successo.
Fausto ha raccontato che tutto discende dal negozio aperto dal padre nel 1952 in centro a Treviso; ora la Cicli Pinarello ha sede a Villorba nel trevigiano, ha due filiali negli USA e in Gran Bretagna e vende le sue bici in oltre 50 paesi del mondo attraverso 700 punti vendita.

Per approfondirne la conoscenza, QUI potete leggere tutti i nostri articoli che parlano di Pinarello.
QUI, invece, il sito ufficiale.