Diamo un’occhiata alla classifica della Life Time Unbound 2024, una delle più famose e importanti gare gravel del calendario mondiale, che si è svolta questo fine settimana ad Emporia (Kansas, Stati Uniti).

La Unbound prevede tanti eventi di diverso chilometraggio, ma la sfida regina è quella sulle 203 miglia (327 km), sia per gli uomini che per le donne. In programma, però, ci sono anche la Unbound XL di 350 miglia, e poi i percorsi da 100, 50 e 25 miglia.

Classifica Unbound 2024

Velocità record

Nel corso del 2024 sono stati battuti quasi tutti i record di velocità delle più importanti corse su strada, come Fiandre, Roubaix e Giro d’Italia.
Anche la Unbound non è sfuggita a questa tendenza e, complice meteo e fondo ottimale, uomini e donne hanno fatto registrare i migliori tempi di sempre.

Lachlan Morton (EF Education-EasyPost) ha vinto la gara maschile in 9 ore 11 minuti e 47 secondi, ad un’incredibile media superiore ai 35 km/h.
Rosa Klöser si è invece aggiudicata la gara femminile in 10 ore 26 minuti e 2 secondi, alla media di 31,3 km/h. 

Ricordiamo che il dislivello sul percorso da 200 miglia è di 3.612 metri. Non proibitivo, ma neanche poco.

Classifica Unbound 2024

Classifica Unbound Gravel 2024 uomini

La gara maschile è stata vinta dal professionista australiano Lachlan Morton, ormai sempre più dedito al gravel, che dopo una lunga fuga a due ha battuto allo sprint lo statunitense Chad Haga, anche lui vecchia conoscenza del ciclismo professionistico su strada. Terzo è arrivato il danese Tobias Kongstad, in fuga sin dalle fasi iniziali di gara.

Vediamo come si sono comportati alcuni ex pro’ e nomi noti del ciclismo, sia su strada sia gravel.

Mattia De Marchi è stato il primo degli italiani, con un prestigioso 5° posto a meno di 4’ dal vincitore. Secondo azzurro al traguardo è stato Daniel Oss, che dopo aver chiuso con i Pro’ da quest’anno si è dedicato al gravel con l’appoggio di Sportful e Specialized.

Più in alto Mattia De Marchi, qui sopra Daniel Oss

Ritirato il campione del mondo gravel Matej Mohoric (foto in basso), che ha rotto un cerchio ed è rimasto vittima di diverse forature.

Al settimo posto è arrivato Greg Van Avermaet, mentre il vincitore uscente Keegan Swenson si è piazzato al 14° posto. Peter Stetina, anche lui ex Pro’ dal 2010 al 2019, ha chiuso 16°.

Di seguito il piazzamento di altri ex professionisti più o meno famosi: Thomas Dekker (42°), Laurens Ten Dam (50°), Niki Terpstra (51°), Ian Boswell (57°), Nathan Haas (81°).

QUI trovate la classifica completa della 200 miglia uomini.

Classifica Unbound Gravel 2024 donne

La vittoria della Unbound Gravel 200 femminile è andata alla tedesca Rosa Kloser, che ha regolato allo sprint un gruppo di nove atlete.
Rosa Klöser si è imposta nonostante una giornata complicata, con una caduta, una gomma a terra e un cambio di ruota che hanno rischiato di metterla fuori gara. Da sola ha recuperato 2’ sul gruppo di testa, battendo poi in volata l’olandese Geerike Schreurs del Team SD-Worx e l’americana Paige Onweller (Trek-Driftless).

Classifica Unbound 2024

QUI la classifica completa femminile.

Per saperne di più sulla Unbound Gravel: unboundgravel.com