E se il futuro non fosse il tubeless?
Al momento una domanda del genere suona più che altro come una provocazione, visto che la tecnologia senza camera d’aria si sta affermando solo ora e deve ancora raggiungere la definitiva maturazione.

Nel frattempo, però, c’è qualcuno che sta pensando al futuro, sviluppando qualcosa di mai visto prima, come l’azienda americana Smart Tire.
Si tratta di un prodotto ancora in fase prototipale, ma visto che le novità ci piacciono, abbiamo deciso di capire meglio di cosa si tratta.

Smart Tire METL

Smart Tire METL è un “non pneumatico” realizzato con un reticolato di lega metallica, che pare sia in grado di garantire elasticità, ma allo stesso tempo di sopportare carichi elevati e di non rischiare forature, visto che non necessita di aria.
Ciò è possibile grazie ad una speciale lega metallica a base di nichel e titanio, che prende il nome di NiTinol+, già sviluppata e testata dalla NASA per le missioni su Marte e sulla Luna.

L’azienda lo definisce un metallo a “memoria intelligente”, che cioè riorganizza la sua struttura molecolare quando viene piegato, tornando istantaneamente alla forma originale. Senza perdita di efficienza nel tempo.
Anche con una deformazione estrema, il pneumatico recupera il 100% della sua forma attraverso transizioni di fase a livello molecolare.
Smart Tire METL promette di essere elastico come la gomma, ma resistente come il titanio. Il tutto senza la necessità di essere gonfiato con l’aria, dunque eliminando il problema delle forature.

Smart Tire METL

Il primo prototipo (foto sopra), lanciato un paio di anni fa, aveva un aspetto piuttosto improbabile, oltre che un prezzo molto alto.
In questi mesi Smart Tire (Smart è acronimo di Shape Memory Alloy Radial Technology) ha raccolto fondi per sviluppare ulteriormente questa tecnologia e ha lavorato per rendere il prodotto sempre più fruibile e simile ad un classico pneumatico da bicicletta, capace di garantire non solo elasticità e durata nel tempo, ma anche grip e trazione su ogni terreno.

La versione più recente presenta uno strato esterno in poliuretano sul fianco per proteggere il reticolato in NiTinol+ e tenere lontani i detriti. Inoltre, sul battistrada è stato aggiunto uno strato in poligomma, per migliorarne la resa su ogni terreno.
Il battistrada può essere ricostruito quando si consuma, garantendo una durata addirittura superiore al ciclo di vita di una bici.

Smart Tire METL

Una serie di migliorie che hanno portato lo Smart Tire METL a vincere il CES 2023 Innovation Awards.
Le ultime evoluzioni, in più, pare che abbiano ridotto notevolmente il costo, tanto che l’azienda ha annunciato di voler lanciare i primi prodotti sul mercato nel corso del 2023, con un costo compreso tra i 100 ed i 150 dollari. Si può già prenotare l’acquisto tramite questo link.

Per ipotizzarne un uso nel ciclismo di alto livello saranno necessari ancora ulteriori miglioramenti, ma nel frattempo potrebbe diventare una tecnologia rivoluzionaria per il commuting e il cicloturismo, con vantaggi esponenziali in termini ambientali.
Se è vero che il materiali di partenza ha una vita pressoché infinita, infatti, si potrebbe ridurre l’uso della gomma e, di conseguenza, la produzione di rifiuti.
Vantaggi che poi potrebbero essere proposti anche in ambito automotive…

Per maggiori informazioni: smarttirecompany.com