La Milano-Sanremo è una gara dal fascino difficile da descrivere.
Il percorso è forse il più facile tra quelli delle Classiche Monumento, ma proprio questo la rende la più difficile da leggere e da interpretare.

La rosa dei possibili vincitori è più ampia che in altre classiche e non sempre il più forte ha avuto la meglio.
A volte ha vinto il più scaltro, altre il più coraggioso o fortunato.
Per questo al via dal centro di Milano, gran parte dei corridori in cuor loro sognano di trovare la giornata perfetta e centrare l’impresa della vita.

Dentro la Milano-Sanremo




Nella realtà, poi, la corsa si decide quasi sempre tra Cipressa e Poggio, ma la Sanremo è bella proprio perché lascia sognare tutti, pubblico e corridori, ed è incerta fino alla fine.

Il nostro Andrea Ziliani ha vissuto la Classicissima di Primavera nel cuore della gara, all’interno dell’ammiraglia di assistenza neutrale Shimano, che ci ha ospitato di nuovo dopo l’avvincente esperienza delle Strade Bianche.
Questa volta insieme a noi in macchina c’erano Federico Verri, come meccanico, e Pietro Algeri come driver, che con l’edizione 2019 ha “festeggiato” la sua 41esima Milano-Sanremo, sommando quelle disputate da corridore, direttore sportivo e poi con il servizio assistenza neutrale.

Dentro la Milano-Sanremo

La Milano-Sanremo è un lungo viaggio ricco di emozioni.
La partenza al mattino presto da Milano, il viaggio verso il mare, i tanti aneddoti di Pietro Algeri, la voce gracchiante di Radio Corsa che ti aggiorna chilometro dopo chilometro, la tensione che sale prima di affrontare i Capi, la lotta per mantenere le posizioni.

E poi, le ali di folla lungo il percorso, l’adrenalina della Cipressa e del Poggio, le discese a rotta di collo e il rettilineo finale verso il traguardo di Sanremo, che ha visto lo sprint vincente di Julian Alaphilippe, proprio come alla Strade Bianche.

Dentro la Milano-Sanremo

Nel video “Dentro la Milano-Sanremo 2019” abbiamo cercato di raccontarvi e farvi rivivere tutte queste emozioni, viste però da una prospettiva diversa rispetto al solito, cioè da “dentro”.
Buona visione: 

Qui trovate tutte le altre storie di strada pubblicate su BiciDaStrada.it

Qui invece il video “Dentro le Strade Bianche 2019”.